Archimede Seguso

Vaso in vetro “merletto composto”

Tra le numerose varianti della serie merletti, quella dei merletti composti è senz’altro la più spettacolare. L’inserimento di fasce in vetro colorato, che separano delle campiture irregolari di vetro merletto, conferiscono al vaso una forma assolutamente asimmetrica, quasi casuale, estremamente innovativa nel panorama muranese dei primi anni Cinquanta. Una sperimentazione così complessa e rivoluzionaria che rivela l’altissimo livello di professionalità raggiunto da Archimede Seguso, diventato esperto in tutte le tecniche di lavorazione vetraria.

Inedito

Autore
Archimede Seguso
Anno
1952 ca.
Esecuzione
Archimede Seguso
Altezza
25 cm