Napoleone Martinuzzi

Vaso in vetro pulegoso, corpo sferico con applicazione di morise dentellate, a guisa di creste

La prima esposizione dei vetri pulegosi di Martinuzzi e realizzati da Venini risale alla Biennale di Venezia del 1928. L'artista li ripropone due anni dopo alla Mostra Internazionale delle Arti Decorative di Monza con l'aggiunta di nuovi modelli. Le opere sono esposte in una sala, allestita per l’occasione dall’architetto Brenno Del Giudice, completamente bianca per dare maggiore risalto a quelle in vetro pulegoso, dal sapore quasi arcaico. In relazione all’esposizione monzese sulle pagine della rivista Emporium il critico Renato Pacini scrive: «Magnifiche le opere di Venini, ed in particolar modo i vasi in vetro pulegoso, dove i preziosismi della tecnica gareggiano con quelli delle forme».

Bibliografia

Marino Barovier, Napoleone Martinuzzi.Venini 1925-1931, Skira, Milano 2013, cat. mostra (Venezia, Le Stanze del Vetro, Fondazione Giorgio Cini, 8 settembre 2013 - 6 gennaio 2014), p. 219.

Autore
Napoleone Martinuzzi
Esecuzione
Venini
Anno
c. 1928-30
Altezza
33 cm